PAS

programma
committente
progetto
collaboratori
realizzazione
superficie 
crediti fotografici

Ristrutturazione e ampliamento ad uso residenziale, commerciale e uffici
I.C.P. s.r.l.
Archisbang (Marco Giai Via, Silvia Minutolo, Alberto Perino) 
-
I.C.P. s.r.l.
550 mq
Fabrizio Carraro

L’intervento proposto per la ristrutturazione e l’ampliamento di una vecchia palazzina residenziale ai margini del centro consolidato della città di Ivrea si pone in maniera provocatoria rispondendo all’immobilismo di un contesto, quello eporediese, tanto segnato dal rapporto irrisolto tra il suo fiorente passato olivettiano e un futuro che non trova altrettanta personalità: memoria o nostalgia?

Se la preesistenza viene ricondizionata in maniera neutra, mantenendo un riservato carattere piemontese, l’annessione, puro contrasto, si materializza come un corpo estraneo dalla pelle ceramica rosso lucido, un nastro cromatico che, con movimenti secchi e nervosi, riconnette il filo della strada al fabbricato arretrato, prendendo consistenza e tridimensionalità nella bussola d’ingresso, nel vano scala esterno e nell’ampliamento del secondo piano che si conclude nell’impeto dell’ “occhio” aggettante, belvedere della galleria d'arte ospitata al suo interno.

L' aggressività dell'intervento contiene in se stessa il “grido” metaforico di uno studio emergente che cerca di prendere le distanze dalla banalità delle soluzioni, più convenzionali che tradizionali, che segnano la comune edilizia locale utilizzando con ironia le armi della “società dello spettacolo” e l'esasperazione della comunicazione. 

Il contesto disgregato e anonimo in cui si inserisce la preesistenza, nonché le problematiche commerciali della collocazione critica del lotto stretto tra la ferrovia e la trafficata via Torino, rappresentano un'occasione calzante per questa presa di posizione che ben si sposa con l'intento di scoprire un nuovo carattere forte per l'edificio, in grado di accattivare dei potenziali acquirenti “illuminati” nell'ambito della collaborazione con l'investitore. 
Lo studio dei dettagli è il frutto di un costante sforzo di compromesso nel tentativo di introdurre tecnologia aggiornata e sperimentazione nelle pratiche consolidate dell'impresa committente. L'ampliamento è realizzato con sistema di facciata ventilata a finitura ceramica (volutamente materica, “calda” e user friendly in modo da prestarsi meglio anche all'uso residenziale), mentre il fabbricato esistente è stato completamente rivestito con isolante eps a “cappotto”. Questi sono solo alcuni degli accorgimenti che fanno sì che, a seguito dell'intervento, l'edificio rientri in classe A+ su scala energetica nazionale.